I gruppi di regalo

Outing: faccio parte di una famiglia di accumulatori compulsivi, da diverse generazioni. A casa mia, buttare via qualcosa è una specie di sacrilegio. Anche io in alcuni periodi mi faccio prendere da questa tendenza genetica e accumulo molto, ma poi, periodicamente, rinsavisco e mi libero senza pietà di tutto ciò che in quel momento non mi serve, il Metodo Konmari (qui spiegato da HouseMag.it) praticamente potevo inventarlo io.

il_magico_potere_del_riordino (1)
Il magico potere del riordino, libro di Marie Kondo (KonMari) che vi consiglio se siete accumulatori compulsivi

Siccome però, in fondo, anche a me buttare le cose dispiace, di solito cerco di:

1) riutilizzarle il più possibile, aggiustandole, riciclandole, destinandole ad altri usi e così via, finché non si autodistruggono spontaneamente;

2) regalarle.

Ora, il punto 2 è sempre un po’ ostico, almeno per me, perché sono sempre in imbarazzo, non so mai se la gente, anche amici o persone con cui ho confidenza, possa offendersi a ricevere qualcosa di usato.

Io amo l’usato, ricevere un oggetto appartenuto a qualcun altro, magari poi di un’altra epoca, mi esalta, è una cosa che davvero mi fa stare bene, passerei la vita nei mercatini e il mio sogno segreto è quello di poter entrare a casa di persone sconosciute, rovistare in armadi e cantine, trovare cose interessanti e chiedere “posso prenderle?” (praticamente potevo fare lo svuotacantine, ma non è mai troppo tardi) ma mi rendo conto che non tutti condividono questo mio amore, e che per molte persone un oggetto usato è solo una cosa vecchia, rovinata e di seconda scelta.

humana vintage roma
Humana Vintage a Roma in via Cavour. Il mio regno. Specie quando è tutto a 5 o 10€

Ho provato in passato a partecipare a qualche evento di swap party, ma ero sempre in imbarazzo a portare le mie cose, per gli stessi motivi, anzi peggio perché di solito si fa tra estranei, quindi andava a finire che tornavo a casa con ancora tutte le mie cose.

La svolta, ad un certo punto, sono stati invece i gruppi di regalo e riciclo su Facebook. Praticamente, la versione 2.0 del “lo porto in chiesa” che si dice sempre delle cose in buono stato che si mettono da parte e di cui ci si vorrebbe sbarazzare, ma che poi non si fa mai (almeno, a casa mia non si è mai fatto. I famosi scatoloni di vestiti e giocattoli “da dare in chiesa” erano lì da quando ero piccola, inamovibili). Con l’aggiunta che sai a chi stai dando le tue cose e sai che gli servono veramente e che le userà. Di questi gruppi, a Roma ce ne sono diversi, alcuni divisi per quartieri, altri che coprono tutta la città, altri ancora che si estendono nella provincia, e sono una cosa fantastica per tutta una serie di motivi.

In breve, funziona così: nel gruppo che hai scelto scrivi un post mettendo una foto dell’oggetto (o del lotto di oggetti) che vuoi regalare, specificando la zona in cui ti trovi ed eventualmente gli orari e i giorni in cui sei disponibile ad incontrare le persone alle quali donerai le tue cose, e gli interessati si prenotano commentando il post. Poi tu, a tua discrezione, dopo un certo periodo di tempo stabilito dal gruppo, assegni l’oggetto a qualcuno (a caso, ad estrazione, al primo che si prenota, ognuno fa come crede) e ti accordi per il ritiro. Inutile dire che io, così, ho svuotato armadi e cantina da roba per lo più nuovissima che giaceva lì da decenni e che così, invece, è stata finalmente utile a qualcuno. Giocattoli e libri per bambini, ma anche zaini e borse, vestiti troppo grandi o troppo piccoli, regali non graditi rimasti a prendere polvere da anni etc. E non ho ancora finito.

Immagine
Ecco un esempio del mio ultimo post di regalo. un piccolo skateboard. La gente interessata sotto la foto mette il suo commento per prenotarsi.

Il fatto di postare la foto fa sì che si prenoti solo chi veramente ha valutato l’oggetto e ha deciso che lo vuole e gli serve, eliminando quindi il mio senso di imbarazzo nel donare. Mi sono anche a mia volta prenotata per degli oggetti in regalo e ho ricevuto delle cose molto carine, tra le quali una borsa che uso moltissimo e un vestitino per il quale tutti mi fanno sempre i complimenti, e soprattutto ho conosciuto un sacco di gente simpatica, alcuni dei veri personaggi, autentici guru del riciclo che non mancano mai di darti dritte eccezionali.

scarpe
Queste, invece, sono la mia ultima conquista: stivaletti nuovissimi!

Certe persone, specialmente quelli residenti nella mia zona, li incontro periodicamente per regalare o ricevere in regalo altri oggetti, altri invece li ho incontrati una sola volta. In alcuni casi ho anche ricevuto piccoli omaggi da signore che, per sdebitarsi di quanto gli avevo regalato, si sono presentate con piantine o tisane o altri piccoli omaggi, lasciandomi davvero senza parole.

Nel tempo, poi, con alcune signore e ragazze del gruppo abbiamo scoperto una passione comune per il giardinaggio e abbiamo creato, sempre usando Facebook, un gruppo parallelo di regalo e scambio di piantine e talee, nel quale tra l’altro ci diamo anche consigli su come coltivare al meglio le nostre piante. Non potete davvero capire che meraviglia è diventato il mio balcone da quando sono in mezzo a questo gruppo! Comunque, delle piante e della mia fissazione per esse volevo parlarvi in un post apposito, per ora volevo solo introdurvi alla gioia della condivisione e del riciclo.

A Roma, tra l’altro, la diffusione di buone pratiche di questo tipo potrebbe ridurre notevolmente la monnezza abbandonata per strada, specie in occasione di traslochi e cambio di mobilio magari ancora in ottimo stato ma che vi ha stancato (vicino di palazzina, TU SAI che ce l’ho con te. Ti coglierò sul fatto prima o poi).

Vi linko i due gruppi di Roma dei quali faccio parte:

Regalo, Riciclo, Riuso…in allegria

Te lo regalo se vieni a prenderlo – Roma

Cercate anche voi gruppi di questo tipo nella vostra città (e, se non ci sono, createne uno). Farete del bene, farete ordine, e farete nuove amicizie.

Annunci

Un pensiero riguardo “I gruppi di regalo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...